Ravello

Ravello
Situata sulla Costiera Amalfitana a circa 360 metri sul livello del mare, Ravello è un posto unico in quanto appare sospeso tra cielo e mare. Ravello ha un rilevante passato storico come testimoniano i numerosi monumenti. Innanzitutto nella piazza principale è possibile visitare la Cattedrale costruita nel 1086 e dedicata a San Pantaleone, qui, ogni anno nel giorno della festa patronale (27 luglio) il sangue del Santo si liquefa. Un altro importante monumento che si trova sulla piazza è Villa Rufolo, costruita nel XIII secolo dalla famiglia Rufolo. L'ultimo proprietario fu Sir Francis Neville Reid un botanico scozzese che realizzò i meravigliosi giardini che ispirarono Richard Wagner nel 1880 per il secondo atto del suo capolavoro "Parsifal". Villa Rufolo è attualmente conosciuta in tutto il mondo per il Festival della Musica organizzato ogni anno da giugno a settembre. A poca distanza dalla piazza si trova Villa Cimbrone voluta all'inizio dello scorso secolo da Lord Greenthorpe, un nobile inglese, ed è famosa in modo particolare per il "terrazzo dell'infinito" dal quale è possibile ammirare "il più bel panorama del mondo" come è stato affermato dallo scrittore americano Gore Vidal, cittadino onorario di Ravello. Anche la divina Greta Garbo soggiornò nel 1936 a Villa Cimbrone, dove visse una storia d'amore con il direttore d'orchestra Leopold Stokowski.

Come raggiungere Ravello

In auto: seguite la strada per Sant'Agata e poi proseguite in direzione Positano, percorrete la splendida Costiera Amalfitana (s.s. 163) sino ad Amalfi per poi lasciare la strada principale e seguire le indicazione per Ravello.
Stai cercando le tariffe del 2020? Contattaci
Continuando a usare questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie in conformità alla nostra politica sui cookie×